L’Oltrepò Pavese

119-01-01

Per cogliere l’essenza di un territorio il segreto è trovare il punto
di vista giusto.

 

Bisogna salire fino a Montalto Pavese, poi ancora più su verso
la cima della collina: tre tornanti, un breve rettilineo ed ecco
finalmente la cappella della Madonna del Vento con il suo Belvedere.

 

Una coppia di alberi sul crinale di una collina, il piegarsi di
una piccola valle, la simmetria dei filari di vite, aquiloni e deltaplani benedetti dal vento che sempre soffia da Ovest,  lo splendore di un
prato: da quassù si gode del miglior panorama possibile
sull’Oltrepò Pavese, un panorama che muta con lo scorrere delle
stagioni e offre spettacoli sempre nuovi.

Vini Oltrepo Pavese Piaggi Lefiole
Vini Oltrepo Pavese Piaggi
Territorio4-01

 

 

Dal Belvedere si possono ammirare il castello di Montalto Pavese,
che nelle nostre fantasie di bambine era abitato da una principessa
bellissima, il monte Lesima, la cima più alta dell’Oltrepò con i suoi
1.724 metri, Fortunago, uno dei borghi più belli d’Italia, e, nelle
giornate più limpide, Milano, il Monte Rosa e persino gli Appennini
Liguri.

 

Soprattutto, dal Belvedere della Madonna del Vento si vedono
la casa in cui siamo cresciute e le vigne che i nostri genitori
curano, stagione dopo stagione, per dare vita ai vini Lefiole.

Lefiole vini oltrepo pavese
Lefiole vini oltrepo pavese
Lefiole vini oltrepo pavese
Lefiole vini oltrepo pavese
Lefiole vini oltrepo pavese
117-01

Per noi non esiste prospettiva migliore per comprendere l’Oltrepò. Siamo felici di consigliarvela. Fin dal primo sguardo, la bellezza di questo luogo vi sembrerà il magico risultato di una felice combinazione di fattori creati dalla Natura in una giornata di grazia.

Vini Oltrepo Pavese Lefiole Enzo Piaggi
Vini Oltrepo Pavese Lefiole Enzo Piaggi
Vini Oltrepo Pavese Lefiole Enzo Piaggi
Vini Oltrepo Pavese Lefiole Enzo Piaggi